360°
Gavi
menu close

P.IVA / C.F. 02042960068 - facebook - instagram

P.IVA / C.F. 02042960068

facebook - instagram

I nostri vini

Millesimato Pas dosé Gavi Spumante DOCG

Elaborato da uve cortese in purezza, esalta le caratteristiche tipiche del Gavi: ha infatti spiccata vivacità e conserva aromi primari floreali e fruttati, sostenuto da una gradevole acidità. E’ un metodo classico (ottenuto quindi con rifermentazione in bottiglia) millesimato (elaborato con uve di una sola annata). Nell’elaborazione di un Metodo Classico la mano dell’enologo gioca un ruolo fondamentale: il nostro, Massimo Azzolini, nasce in Trentino e si mette alla prova in Franciacorta per oltre 10 anni. Dall’incontro della sua esperienza con la nostra passione nasce un Metodo Classico che amiamo moltissimo.

Acquistalo sullo shop

Denominazione

Millesimato Pas dosé Gavi Spumante DOCG Metodo Classico

Altimetria

300 m slm

Esposizione

Ovest

Vitigno

Cortese

Ceppi per ettaro

4000

Allevamento

Guyot

Resa per ettaro

max 95 q.li

360° gavi - I nostri vini

Vinificazione e affinamento

Tutte le fasi di produzione, vinificazione, spumantizzazione, remuage manuale e dégorgement, si svolgono nella nostra cantina.
Le uve sono vendemmiate in leggero anticipo per avere maggiore acidità e minore grado alcolico, e dopo la prima fase di fermentazione in vasca in acciaio,in primavera si procede al tiraggio, ovvero l’aggiunta di zucchero e lieviti e la successiva messa in bottiglia, tappando con un tappo a corona.

Le prime settimane dopo il tiraggio sono fondamentali: durante la rifermentazione in bottiglia, o presa di spuma, i lieviti trasformano lo zucchero in alcol, generando anidride carbonica come prodotto collaterale della fermentazione alcolica. In questa fase le bottiglie coricate sono tenute a una temperatura di circa 13°: più bassa la temperatura, più fine il perlage, ovvero la dimensione delle bollicine, ma una temperatura troppo bassa potrebbe portare a un arresto di fermentazione.
Nei mesi successivi (nel nostro caso, da 24 mesi a 120 mesi!), lo spumante resta a contatto con le fecce e affinando acquista complessità gusto-olfattiva.
Quando si decide che lo spumante è pronto, si procede a separare lo spumante dalle fecce attraverso il remuage, per ottenere un vino limpido.
Si inseriscono le bottiglie orizzontalmente nei fori di rastrelliere in legno, le pupitre, e manualmente si girano gradualmente le bottiglie aumentando l’inclinazione, fino ad avere la bottiglia quasi a testa in giù. Con il remuage, i residui di fermentazione si staccano dalle pareti della bottiglia e si depositano sul tappo.

A questo punto si procede alla sboccatura, o dégorgement: le bottiglie vengono inserite a testa in giù in un cilindro a -20° per ghiacciare il deposito. Ogni bottiglia viene poi stappata e la pressione interna spinge fuori il deposito.
Il liquido perso viene ricolmato con lo stesso vino, senza aggiunta di zucchero, ottenendo così un Metodo Classico Pas Dosé. La bottiglia viene chiusa con il tappo di sughero e la gabbietta metallica.

Riconoscimenti

Guida Bio 2024

annata 2016

Foglia d'Oro

Guida Bio 2023

annata 2015

Foglia d'oro

Espresso 2023

annata 2015

100 Migliori spumanti

Identità Golose 2023

annata 2015

Bollicine nel mondo

Guida Bio 2022

annata 2015

Foglia d'oro

James Suckling 2021

annata 2009

94 pt